Riequilibrio di genere: amministrative 2017

L’art. 1 comma 137, della legge n. 56/2014 (legge Del Rio) dispone che nella Giunta dei comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti, “nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento con arrotondamento aritmetico”.

A tale proposito il Ministero dell’interno, con circolare del 24 aprile 2014 del Dipartimento affari interni e territoriali, ha chiarito che occorre lo svolgimento da parte del sindaco di una preventiva e necessaria attività istruttoria preordinata ad acquisire la disponibilità allo svolgimento delle funzioni assessorili da parte di persone di entrambi i generi.

La necessità del rispetto del principio costituzionale delle pari opportunità nella composizione della Giunta locale è stata affermata sia dalla giurisprudenza amministrativa (T.A.R. Puglia, T.A.R. Lazio, T.A.R. Campania) ed anche ribadito con una Sentenza del Consiglio di Stato, sezione Quinta che conferma il carattere inderogabile della percentuale di presenza del genere meno rappresentato nelle Giunte Comunali prevista dalla Legge 56/2014 c.d. Delrio, costituendone un ineludibile parametro di legittimità delle nomine.

Pertanto, nello svolgimento delle funzioni loro assegnate, Patrizia David e Paola Petrucci, nella loro qualità di Consigliere di Parità per la Regione Marche, hanno diffidato i Sindaci ed i Consigli Comunali risultati inadempienti dopo le elezioni amministrative 2017.

In particolare hanno contestato a Fabrizio Ciarapica Sindaco del Comune di Civitanova Marche di aver nominato una Giunta composta da sei uomini (compreso il Sindaco) e due sole donne.

Unitamente alla Consigliera di Parità per la provincia di fermo Barbara Ermini, hanno contestato a Nicola Loira, Sindaco del Comune di Porto San Giorgio, ed ad Alessio Terrenzi, Sindaco del Comune di Sant’Elpidio a Mare – ed ai rispettivi Consigli comunali – di aver nominato Giunte composte da cinque uomini (compreso il Sindaco) ed una sola donna.

Gli amministratori hanno 15 giorni di tempo per l’annullamento degli atti di nomina delle attuali Giunte al fine di ripristinare le dovute condizioni di garanzia così come dalla Legge e ribadite nelle sedi giudiziali preposte.

Di seguito i testi integrali delle diffide inviate:

Civitanova Marche

Porto San Giorgio

Sant’Elpidio a Mare

Annunci

Informazioni su Paola Petrucci

Paola Petrucci è nata ad Ascoli Piceno il 2 maggio 1962, coniugata con un figlio, è da sempre attiva nel mondo del volontariato, dell'educazione e della promozione sociale. Ha frequentato l'Istituto Tecnico per Geometri ed è stata iscritta all'Albo dei Geometri dal 1981 al 2011 svolgendo, tra l'altro, la libera professione. Pur non essendosi mai iscritta all'Università ha frequentato master sulle tematiche del marketing, dell'innovazione e della gestione d'impresa. Tra il 1981 ed il 1995 ha gestito l'impresa edile di famiglia occupandosi prevalentemente delle relazioni con la committenza, del marketing relazionale e dell'organizzazione generale. Nel 1995 ha iniziato a svolgere l'attività di consulente e formatore delle aree: dinamiche di gruppo, tecniche di organizzazione, creazione d'impresa, motivazioni imprenditoriali anche in ottica di genere, tecniche di autoimprenditorialità, marketing di se' e bilanciamento delle competenze partecipando a numerosi progetti sia per Enti Privati che per Enti Pubblici. Tra il 1995 ed il 2008 è stata amministratrice e responsabile di progetto della società Sorelle Petrucci snc con la quale erogava servizi a favore di Enti Pubblici e Privati per il sostegno delle attività imprenditoriali, unitamente alle sorelle. Tra il 1989 ed il 1997 ha ricoperto diversi ruoli istituzionali in seno a Confindustria sia per la Provincia di Ascoli Piceno (Presidente dei Giovani Imprenditori e vice Presidente della stessa Confindustria Provinciale) che a livello regionale quale vice Presidente regionale dei Giovani Imprenditori delle Marche oltre a ruoli tecnici e di supporto in Commissioni Nazionali in seno ai Giovani Imprenditori di Confindustria. Dal 1996 è componente della Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Ascoli Piceno dove ha svolto il ruolo di vice Presidente e di coordinatrice dei gruppi di lavoro sulle tematiche inerenti l'impresa, il lavoro e la formazione. Dal 2001 ricopre il ruolo tecnico di Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno e, dal 2011, quello Consigliera di Parità per la Regione Marche. Nel 2014/2016 ha partecipato al gruppo di coordinamento nazionale degli Stati Generali delle donne come responsabile dei percorsi sul passaggio generazionale e degli Stati generali delle donne delle Marche. Ha collaborato alla redazione di diverse pubblicazioni e, ad ottobre 2015, ha pubblicato un breve saggio dal titolo Chi ha paura del gender? Dal 2016 è la Leader della Rete al femminile di Ascoli Piceno.
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Riequilibrio di genere: amministrative 2017

  1. Elena Ferro ha detto:

    In Consiglio regionale del Piemonte l’attuazione della legge latita..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...