Le Marche al centro della macroregione adriatica

11800005_10207217721067112_8757817452108793557_nLa strategia integrata della Macroregione adriatica ha individuato quattro pilastri (Crescita blu; Connettere la regione; Qualità ambientale e Turismo sostenibile) a cui si aggiungono due tematiche trasversali: Ricerca e innovazione e Capacity building.

La Regione Marche ha coordinato il Gruppo di lavoro EUSAIR-Italia ed Ancona è la sede del Segretariato IAI che è il luogo di raccordo con i Segretariati integrati del Forum delle Camere di Commercio, del Forum delle Città adriatico ioniche e Uniadrion (la rete permanente di collegamento tra le Università e i Centri di Ricerca e Sviluppo d’eccellenza dei paesi del bacino dell’Adriatico e dello Ionio).

La Macroregione, attraverso il riconoscimento e di riscoperta dei valori unificanti che, nei secoli, hanno unito le due coste del bacino adriatico, ha il ruolo di collegare i territori che la compongono per promuoverne lo sviluppo sostenibile.

In questo ruolo si rafforza la necessità di garantire una presenza attiva di genere in grado di recuperare e vitalizzare tanti ambiti quanti possono essere abbracciati anche dalla profonda sensibilità e creatività femminili.

La Macroregione dovrà crescere con la consapevolezza che il vero potenziale sta in gran parte nella valorizzazione del patrimonio culturale e nel legame innovativo e creativo che la cultura può avere con i paesaggi e le comunità; solo così potrà crescere e rafforzarsi nel tempo.

È necessario cambiare il vecchio schema di governance in cui il nuovo ruolo delle istituzioni sarà quello di avviare un’azione concertata al fine di migliorare le economie di scala e varcare i confini amministrativi per fare della Macroregione la casa di tutti.

Il caso marchigiano rappresenta un’esperienza molto interessane ed emblematica di ciò che dovrà attivarsi. La regione è, infatti, legata tradizionalmente alla produzione manifatturiera, in molti casi di eccellenza, che è oggi in drammatica crisi.

Nel contempo è l’unica regione italiana declinata al plurale e ciò evidenzia le sue molteplici identità culturali che possono essere lette come la cartina di tornasole di una possibile rinascita e valorizzazione di aree marginali, come quelle collinari e montane, contrastando il “predominio” di quelle costiere, densamente insediate, dotate di maggiori infrastrutture e servizi, ma di minor pregio diffuso.

In questi nuovi modelli di riequilibrio territoriale può crescere e svilupparsi la grande scommessa della Macroregione Adriatico-Ionica insistendo su valori come quello della coopetizione per la costruzione di equilibri e dinamiche vincenti per l’intera area.

La Regione Marche ha prioritariamente investito risorse pubbliche nel settore culturale con la creazione di Distretti Culturali Evoluti e nella promozione turistica.

Una politica che crede nelle potenzialità dei paesaggi culturali è consapevole degli ampi margini che ci sono affinché il valore identitario della cultura rimanga centrale e i luoghi diventino “paesaggi creativi”.

Se questo accadrà realmente, faremmo diventare concreta la prospettiva di sopravvivenza di questa grande comunità che si affaccia su una parte del Mediterraneo.

Annunci

Informazioni su vice Consigliera di Parità Regione Marche

Paola Petrucci è nata ad Ascoli Piceno il 2 maggio 1962, coniugata con un figlio, è da sempre attiva nel mondo del volontariato, dell'educazione e della promozione sociale. Ha frequentato l'Istituto Tecnico per Geometri ed è stata iscritta all'Albo dei Geometri dal 1981 al 2011 svolgendo, tra l'altro, la libera professione. Pur non essendosi mai iscritta all'Università ha frequentato master sulle tematiche del marketing, dell'innovazione e della gestione d'impresa. Tra il 1981 ed il 1995 ha gestito l'impresa edile di famiglia occupandosi prevalentemente delle relazioni con la committenza, del marketing relazionale e dell'organizzazione generale. Nel 1995 ha iniziato a svolgere l'attività di consulente e formatore delle aree: dinamiche di gruppo, tecniche di organizzazione, creazione d'impresa, motivazioni imprenditoriali anche in ottica di genere, tecniche di autoimprenditorialità, marketing di se' e bilanciamento delle competenze partecipando a numerosi progetti sia per Enti Privati che per Enti Pubblici. Tra il 1995 ed il 2008 è stata amministratrice e responsabile di progetto della società Sorelle Petrucci snc con la quale erogava servizi a favore di Enti Pubblici e Privati per il sostegno delle attività imprenditoriali, unitamente alle sorelle. Tra il 1989 ed il 1997 ha ricoperto diversi ruoli istituzionali in seno a Confindustria sia per la Provincia di Ascoli Piceno (Presidente dei Giovani Imprenditori e vice Presidente della stessa Confindustria Provinciale) che a livello regionale quale vice Presidente regionale dei Giovani Imprenditori delle Marche oltre a ruoli tecnici e di supporto in Commissioni Nazionali in seno ai Giovani Imprenditori di Confindustria. Dal 1996 è componente della Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Ascoli Piceno dove ha svolto il ruolo di vice Presidente e di coordinatrice dei gruppi di lavoro sulle tematiche inerenti l'impresa, il lavoro e la formazione. Dal 2001 ricopre il ruolo tecnico di Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno e, dal 2011, quello Consigliera di Parità per la Regione Marche. Nel 2014/2016 ha partecipato al gruppo di coordinamento nazionale degli Stati Generali delle donne come responsabile dei percorsi sul passaggio generazionale e degli Stati generali delle donne delle Marche. Ha collaborato alla redazione di diverse pubblicazioni e, ad ottobre 2015, ha pubblicato un breve saggio dal titolo Chi ha paura del gender? Dal 2016 è la Leader della Rete al femminile di Ascoli Piceno.
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...