Mamma e papà al lavoro: diritti e doveri

1Grazie al sito amico  Mamme di Ancona  mi sono imbattuta nel post di una mamma che, in gravidanza, si sentiva costretta ad accettare le condizioni imposte dal datore di lavoro in merito alla sua astensione dal lavoro.

Leggere nei tanti commenti di altre donne che si sono trovate nella stessa situazione e che hanno subito la discriminazione mi ha fatto riflettere: molto spesso arrivano dalle Consigliere di Parità donne che hanno questi problemi ma, altrettanto spesso – se non di più – le donne non hanno e giuste informazioni e  rinunciano.

Rivolgersi alla Consigliera di Parità significa chiedere sostegno ad un Pubblico Ufficiale il cui mandato non è stare d una parte o dall’altra ma far rispettare le leggi in materia di lavoro in ottica di genere.

In particolare il mio stile di lavoro, ormai collaudato, è quello del sostegno attivo a quanti si rivolgono a me (lavoratrici e lavoratori, sindacati, aziende, Pubbliche Amministrazioni) cercando di ridurre  minimo l’intervento diretto con la consapevolezza che questo porterebbe ad un aumento delle criticità. Sono un’interventista che, però, evita lo scontro e cerca di sostenere senza la necessità di comparire favorendo prima la crescita e la consapevolezza e poi, indirettamente, il dialogo tra le parti.

E’ importante ricordare, in pillole, quali sono i diritti/doveri di lavoratrici e lavoratori e datori di lavoro quando si prepara una nascita con la consapevolezza che alcune salvaguardie (soprattutto da un punto di vista remunerativo) variano in relazione alla tipologia di Azienda e di contratto.

Astensione obbligatoria (maternità e paternità)

  • per la madre: cinque mesi in prossimità del parto (2 prima e 3 dopo salvo flessibilità)
  • per il padre: un giorno in esclusiva più due in alternativa alla madre entro i primi cinque mesi di vita

Riposi giornalieri (allattamento)

  • per entrambi i genitori: due ore giornaliere – per uno dei due genitori – fino al primo anno di vita

Astensione facoltativa (congedo parentale)

  • per entrambi i genitori: sei mesi da fruire anche frazionati entro i primi otto anni di vita (se il padre usufruisce di almeno tre mesi di congedo la somma totale utilizzabile sale a sette mesi)

In alternativa all’astensione facoltativa

  • accesso, tramite l’INPS, a Voucher baby sitting – asili nido per usufruire dei servizi nel momento in cui si sceglie di non usufruire del congedo parentale

Concludo con una raccomandazione: solo i diretti interessati possono valutare se e come intervenire presso l’Azienda per tutelare i propri diritti e, pertanto, diffidate da chi vi prospetta subito di aprire un contenzioso o che vi spinge a rinunciare fino alle dimissioni, l’importante è comunicare subito lo stato di gravidanza e informarsi più approfonditamente su diritti e doveri e non affrontare le situazioni all’ultimo momento.

 

Annunci

Informazioni su vice Consigliera di Parità Regione Marche

Paola Petrucci è nata ad Ascoli Piceno il 2 maggio 1962, coniugata con un figlio, è da sempre attiva nel mondo del volontariato, dell'educazione e della promozione sociale. Ha frequentato l'Istituto Tecnico per Geometri ed è stata iscritta all'Albo dei Geometri dal 1981 al 2011 svolgendo, tra l'altro, la libera professione. Pur non essendosi mai iscritta all'Università ha frequentato master sulle tematiche del marketing, dell'innovazione e della gestione d'impresa. Tra il 1981 ed il 1995 ha gestito l'impresa edile di famiglia occupandosi prevalentemente delle relazioni con la committenza, del marketing relazionale e dell'organizzazione generale. Nel 1995 ha iniziato a svolgere l'attività di consulente e formatore delle aree: dinamiche di gruppo, tecniche di organizzazione, creazione d'impresa, motivazioni imprenditoriali anche in ottica di genere, tecniche di autoimprenditorialità, marketing di se' e bilanciamento delle competenze partecipando a numerosi progetti sia per Enti Privati che per Enti Pubblici. Tra il 1995 ed il 2008 è stata amministratrice e responsabile di progetto della società Sorelle Petrucci snc con la quale erogava servizi a favore di Enti Pubblici e Privati per il sostegno delle attività imprenditoriali, unitamente alle sorelle. Tra il 1989 ed il 1997 ha ricoperto diversi ruoli istituzionali in seno a Confindustria sia per la Provincia di Ascoli Piceno (Presidente dei Giovani Imprenditori e vice Presidente della stessa Confindustria Provinciale) che a livello regionale quale vice Presidente regionale dei Giovani Imprenditori delle Marche oltre a ruoli tecnici e di supporto in Commissioni Nazionali in seno ai Giovani Imprenditori di Confindustria. Dal 1996 è componente della Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Ascoli Piceno dove ha svolto il ruolo di vice Presidente e di coordinatrice dei gruppi di lavoro sulle tematiche inerenti l'impresa, il lavoro e la formazione. Dal 2001 ricopre il ruolo tecnico di Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno e, dal 2011, quello Consigliera di Parità per la Regione Marche. Nel 2014/2016 ha partecipato al gruppo di coordinamento nazionale degli Stati Generali delle donne come responsabile dei percorsi sul passaggio generazionale e degli Stati generali delle donne delle Marche. Ha collaborato alla redazione di diverse pubblicazioni e, ad ottobre 2015, ha pubblicato un breve saggio dal titolo Chi ha paura del gender? Dal 2016 è la Leader della Rete al femminile di Ascoli Piceno.
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Mamma e papà al lavoro: diritti e doveri

  1. Pingback: Lavoro e Pari opportunità: cosa aspettarsi dal 2015 | retedelleconsiglierediparitadellemarche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...