il 2013 nelle Marche: le attività della Consigliera di Parità

RETEconCOSIGLIEREEcco pronta la relazione sulle attività svolte dalla Consigliera di Parità per la Regione Marche nell’anno 2013 un atto dovuto per legge ma, soprattutto, un modo per mettere un punto fermo sul tema del lavoro in ottica di genere.

Il 2013 è stato ancora un anno di forte crisi in cui le donne continuano a pagare il prezzo più alto: sono le prime a perdere il posto di lavoro e le ultime a rientrarvi.

Nelle Marche sono state 3.157 le donne che, nel 2013 si sono iscritte nelle liste di mobilità a seguito di licenziamento ma dato complessivo della disoccupazione femminile è di circa 45.000 donne che sono alla ricerca di un lavoro.

Per la prima volta la disoccupazione femminile nella nostra Regione raggiunge il 14,6% superando la media nazionale rispetto alla quale, fino allo scorso anno, le Marche avevano sempre tenuto.

Continua ad essere allarmante il numero di donne che, nelle Marche, deve rinunciare al lavoro durante i primi tre anni di vita del bambino: sono 574 del 2013 a cui si aggiungono 70 padri.

Le motivazioni di tale scelta sono riconducibili alla mancanza di una rete parentale di supporto (il 22%) o alla carenza di posti negli asili nido (il 18%) ma, anche, gli elevati costi delle rette (l’8%) o la mancata concessione del partime da parte dell’azienda (il 2%).

Ben il 58% delle lavoratrici madri si dimette dopo la nascita del primo figlio a cui si aggiungono quelle che abbandonano il lavoro dopo il secondo figlio (il 32%) o più figli (il 5%) mentre il restante 5% lascia il lavoro durante la gravidanza.

In maggior parte (il 70%) queste lavoratrici provengono da aziende con meno di 15 dipendenti.

Nel caso, poi, di lavoratrici precarie in seguito ad una gravidanza il contratto di lavoro non viene rinnovato.

Sulla base dell’Intesa tra Stato e Regioni del 25 ottobre 2012 su “Conciliazione dei tempi di vita e lavoro per il 2012”, il Dipartimento Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha assegnato alla Regione Marche risorse pari a € 397.500,00 per le quali è stato redatto, dal servizio Pari Opportunità un progetto attuativo approvato con la Delibera della Giunta Regionale n. 44 dell’11 gennaio 2013.

In relazione a tale progetto sono stati avviati, nel corso del 2013, degli incontri con le parti sociali che porteranno alla stipula di un protocollo d’intesa per la promozione di azioni positive volte a favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

relazione attività 2013

Annunci

Informazioni su vice Consigliera di Parità Regione Marche

Paola Petrucci è nata ad Ascoli Piceno il 2 maggio 1962, coniugata con un figlio, è da sempre attiva nel mondo del volontariato, dell'educazione e della promozione sociale. Ha frequentato l'Istituto Tecnico per Geometri ed è stata iscritta all'Albo dei Geometri dal 1981 al 2011 svolgendo, tra l'altro, la libera professione. Pur non essendosi mai iscritta all'Università ha frequentato master sulle tematiche del marketing, dell'innovazione e della gestione d'impresa. Tra il 1981 ed il 1995 ha gestito l'impresa edile di famiglia occupandosi prevalentemente delle relazioni con la committenza, del marketing relazionale e dell'organizzazione generale. Nel 1995 ha iniziato a svolgere l'attività di consulente e formatore delle aree: dinamiche di gruppo, tecniche di organizzazione, creazione d'impresa, motivazioni imprenditoriali anche in ottica di genere, tecniche di autoimprenditorialità, marketing di se' e bilanciamento delle competenze partecipando a numerosi progetti sia per Enti Privati che per Enti Pubblici. Tra il 1995 ed il 2008 è stata amministratrice e responsabile di progetto della società Sorelle Petrucci snc con la quale erogava servizi a favore di Enti Pubblici e Privati per il sostegno delle attività imprenditoriali, unitamente alle sorelle. Tra il 1989 ed il 1997 ha ricoperto diversi ruoli istituzionali in seno a Confindustria sia per la Provincia di Ascoli Piceno (Presidente dei Giovani Imprenditori e vice Presidente della stessa Confindustria Provinciale) che a livello regionale quale vice Presidente regionale dei Giovani Imprenditori delle Marche oltre a ruoli tecnici e di supporto in Commissioni Nazionali in seno ai Giovani Imprenditori di Confindustria. Dal 1996 è componente della Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Ascoli Piceno dove ha svolto il ruolo di vice Presidente e di coordinatrice dei gruppi di lavoro sulle tematiche inerenti l'impresa, il lavoro e la formazione. Dal 2001 ricopre il ruolo tecnico di Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno e, dal 2011, quello Consigliera di Parità per la Regione Marche. Nel 2014/2016 ha partecipato al gruppo di coordinamento nazionale degli Stati Generali delle donne come responsabile dei percorsi sul passaggio generazionale e degli Stati generali delle donne delle Marche. Ha collaborato alla redazione di diverse pubblicazioni e, ad ottobre 2015, ha pubblicato un breve saggio dal titolo Chi ha paura del gender? Dal 2016 è la Leader della Rete al femminile di Ascoli Piceno.
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...