200 casi e…sentirli tutti!

StampaIl 10 luglio scorso ho preso in carico il 200entesimo caso dalla mia nomina a Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno avvenuta 12 anni fa (D.M. 18 luglio 2001).

Necessitano alcune considerazioni: per buona parte del mio mandato, il territorio di rifermento era più vasto (la Provincia di Ascoli Piceno e la Provincia di Fermo) e soprattutto che, per l’anno (tutto il 2006) in cui ha operato presso il centro per l’Impiego di Fermo la mia supplente – su specifica delega – non ho ne riferimenti ne numeri; le attività – così come per le mie colleghe degli altri territori – sono iniziate nel 2004 con la definizione ed erogazione dei fondi e conseguente regolamentazione ed organizzazione delle strutture.

Mi piace, comunque, ragionare sul traguardo dei 200 casi presi in carico con la consapevolezza che sono di più e che molti di loro non si sono conclusi in pochi incontri ma hanno impegnato il mio ufficio per anni con percorsi lunghi, a volte faticosi, ma sempre fautori di risultati positivi.

Proviamo, allora, a fare delle valutazioni che non hanno la pretesa di essere statistiche iniziando a suddividere l’utenza per genere perché, come non mi stancherò mai di ripetere, le Consigliere di Parità si occupano di discriminazioni di genere sul lavoro e, quindi, di entrambi i generi.

genere

A partire dal primo anno di attività, tranne qualche eccezione, tutti gli anni si sono affacciati uomini che, prioritariamente, avevano problemi inerenti i congedi parentali e/o di paternità.

Il primo caso – trattato nel 2001 – è stato quello di un padre per l’accesso al congedo parentale e il 200esimo caso preso in carico è ancora di un padre sempre per l’accesso a servizi relativi al congedo parentale.

Questa tematica è tra le più frequenti come si evince dai dati che seguono:

tipologia casi

I casi rientranti nella tipologia “altro” pari al 7,5% del totale trattano di situazioni di discriminazione che, però, non ha origine “di genere” che che sono stati comunque trattati in affiancamento ad altri Enti e strutture.

Per quanto alla provenienza territoriale, fatta salva la riflessione in premessa, la lettura è stata fatta – fin dall’inizio – in base ai circondari afferenti ai Centri per l’Impiego di Ascoli Piceno, di Fermo e di San Benedetto del Tronto:

territorio

Si nota come negli ultimi anni (ad eccezione del caso del 2002 pervenuto tramite il Telefono Donna dell Provincia di Ascoli Piceno e che raccoglieva chiamate da tutta Italia) sono pervenuti casi anche da territori non solo estranei alla Provincia ma, anche, da fuori Regione.

Tale fenomeno trova risconto nell’analisi delle modalità con cui il ruolo ed i servizi offerti vengono a conoscenza dell’utenza.

provenienza

Inizialmente si sono rivolte alla Consigliera di Parità persone che conoscevano già la sottoscritta o che conoscevano persone che avevano già utilizzato il servizio.
Nel 2004, con la disponibilità dei fondi, sono iniziate le attività di promozione e pubblicità e di collaborazione con Enti ed istituzioni esistenti su territorio.

Nel 2012 è iniziato l’utilizzo dei social network (pagina su Face Book e Blog) che hanno portato a richieste provenienti anche da altri territori e che sono state gestite in rete con le colleghe di riferimento.

E l’impegno continua…….

Annunci

Informazioni su Paola Petrucci

Paola Petrucci è nata ad Ascoli Piceno il 2 maggio 1962, coniugata con un figlio, è da sempre attiva nel mondo del volontariato, dell'educazione e della promozione sociale. Ha frequentato l'Istituto Tecnico per Geometri ed è stata iscritta all'Albo dei Geometri dal 1981 al 2011 svolgendo, tra l'altro, la libera professione. Pur non essendosi mai iscritta all'Università ha frequentato master sulle tematiche del marketing, dell'innovazione e della gestione d'impresa. Tra il 1981 ed il 1995 ha gestito l'impresa edile di famiglia occupandosi prevalentemente delle relazioni con la committenza, del marketing relazionale e dell'organizzazione generale. Nel 1995 ha iniziato a svolgere l'attività di consulente e formatore delle aree: dinamiche di gruppo, tecniche di organizzazione, creazione d'impresa, motivazioni imprenditoriali anche in ottica di genere, tecniche di autoimprenditorialità, marketing di se' e bilanciamento delle competenze partecipando a numerosi progetti sia per Enti Privati che per Enti Pubblici. Tra il 1995 ed il 2008 è stata amministratrice e responsabile di progetto della società Sorelle Petrucci snc con la quale erogava servizi a favore di Enti Pubblici e Privati per il sostegno delle attività imprenditoriali, unitamente alle sorelle. Tra il 1989 ed il 1997 ha ricoperto diversi ruoli istituzionali in seno a Confindustria sia per la Provincia di Ascoli Piceno (Presidente dei Giovani Imprenditori e vice Presidente della stessa Confindustria Provinciale) che a livello regionale quale vice Presidente regionale dei Giovani Imprenditori delle Marche oltre a ruoli tecnici e di supporto in Commissioni Nazionali in seno ai Giovani Imprenditori di Confindustria. Dal 1996 è componente della Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Ascoli Piceno dove ha svolto il ruolo di vice Presidente e di coordinatrice dei gruppi di lavoro sulle tematiche inerenti l'impresa, il lavoro e la formazione. Dal 2001 ricopre il ruolo tecnico di Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno e, dal 2011, quello Consigliera di Parità per la Regione Marche. Nel 2014/2016 ha partecipato al gruppo di coordinamento nazionale degli Stati Generali delle donne come responsabile dei percorsi sul passaggio generazionale e degli Stati generali delle donne delle Marche. Ha collaborato alla redazione di diverse pubblicazioni e, ad ottobre 2015, ha pubblicato un breve saggio dal titolo Chi ha paura del gender? Dal 2016 è la Leader della Rete al femminile di Ascoli Piceno.
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a 200 casi e…sentirli tutti!

  1. anna maria gandolfi ha detto:

    complimenti per l’impegno continuo ,consapevoli che abbiamo ancora tanto da fare x ora nn ci resta che attendere la ns sorte….ci sei domani a Roma??CIAO ANNA GANDOLFI CONSIGLIERA BRESCIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...