Le donne sono capaci d’insegnare e trasmettere

Per circa vent’anni della mia vita (tra i 14 ed i 34 anni) ho dovuto continuamente dimostrare quella che ero e quanto valevo a dispetto dell’apparenza e dell’essere una donna – che neanche dimostrava la sua età – in un mondo al maschile.

Malgrado ciò, certamente per l’insegnamento ricevuto “se meriti puoi essere te stessa senza temere giudizi e stereotipi imposti”, non sentivo di essere discriminata in quanto femmina essendo molto proiettata verso la meritocrazia.

Quando, nel 1996, fui nominata da Confindustria nella costituenda Commissione Pari Opportunità della Provincia di Ascoli Piceno pensavo fosse anacronistico dover parlare ancora di certe tematiche che avevo vissuto di riflesso nell’impegno di mia madre ed in una realtà familiare di piena e concreta conciliazione e condivisione dei ruoli.

Ho avuto la fortuna di conoscere Maria Luisa Alberti Vittori che è stata una maestra di vita oltre che un’amica sincera e generosa ed ho avuto l’onore di affiancarla nella direzione della Commissione Pari Opportunità della Provincia che ha presieduto per tre mandati consecutivi.

Grazie a Marisa ho imparato che pari opportunità vuol dire lavorare affinché tutti siano messi in condizione di esprimere potenzialità a prescindere dal genere, dalla razza, dalla posizione sociale.

Con Marisa abbiamo attivato progetti che ancora oggi sono attuali e innovativi.

Grazie suo impegno e alla sua esperienza si è sviluppato il Telefono Donna che ha dato voce a tante donne in difficoltà offrendo una rete di servizi e di consulenze.

Sono stati anni intensi pieni di speranza nella consapevolezza che è possibile cambiare il mondo a partire dalle singole persone in cui l’entusiasmo e la determinazione di Marisa hanno fatto la differenza.

Molto spesso, quando vengo chiamata a parlare in seminari e convegni, faccio tesoro degl’insegnamenti di Marisa, della coerenza e limpidezza del suo impegno e del suo operato.

Più volte l’ho citata e ringraziata pubblicamente certamente non piaggeria.

Marisa sarà sempre presente nel mio operato e nel mio impegno sociale, a testimonianza di come le donne sono capaci d’insegnare e trasmettere alle generazioni senza dimenticare quello che è stato e facendone tesoro.

Grazie Marisa, maestra di vita e di parità per sempre nel mio cuore e in quello di quanti credono nei valori di cui sei stata portatrice.

Annunci

Informazioni su vice Consigliera di Parità Regione Marche

Paola Petrucci è nata ad Ascoli Piceno il 2 maggio 1962, coniugata con un figlio, è da sempre attiva nel mondo del volontariato, dell'educazione e della promozione sociale. Ha frequentato l'Istituto Tecnico per Geometri ed è stata iscritta all'Albo dei Geometri dal 1981 al 2011 svolgendo, tra l'altro, la libera professione. Pur non essendosi mai iscritta all'Università ha frequentato master sulle tematiche del marketing, dell'innovazione e della gestione d'impresa. Tra il 1981 ed il 1995 ha gestito l'impresa edile di famiglia occupandosi prevalentemente delle relazioni con la committenza, del marketing relazionale e dell'organizzazione generale. Nel 1995 ha iniziato a svolgere l'attività di consulente e formatore delle aree: dinamiche di gruppo, tecniche di organizzazione, creazione d'impresa, motivazioni imprenditoriali anche in ottica di genere, tecniche di autoimprenditorialità, marketing di se' e bilanciamento delle competenze partecipando a numerosi progetti sia per Enti Privati che per Enti Pubblici. Tra il 1995 ed il 2008 è stata amministratrice e responsabile di progetto della società Sorelle Petrucci snc con la quale erogava servizi a favore di Enti Pubblici e Privati per il sostegno delle attività imprenditoriali, unitamente alle sorelle. Tra il 1989 ed il 1997 ha ricoperto diversi ruoli istituzionali in seno a Confindustria sia per la Provincia di Ascoli Piceno (Presidente dei Giovani Imprenditori e vice Presidente della stessa Confindustria Provinciale) che a livello regionale quale vice Presidente regionale dei Giovani Imprenditori delle Marche oltre a ruoli tecnici e di supporto in Commissioni Nazionali in seno ai Giovani Imprenditori di Confindustria. Dal 1996 è componente della Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Ascoli Piceno dove ha svolto il ruolo di vice Presidente e di coordinatrice dei gruppi di lavoro sulle tematiche inerenti l'impresa, il lavoro e la formazione. Dal 2001 ricopre il ruolo tecnico di Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno e, dal 2011, quello Consigliera di Parità per la Regione Marche. Nel 2014/2016 ha partecipato al gruppo di coordinamento nazionale degli Stati Generali delle donne come responsabile dei percorsi sul passaggio generazionale e degli Stati generali delle donne delle Marche. Ha collaborato alla redazione di diverse pubblicazioni e, ad ottobre 2015, ha pubblicato un breve saggio dal titolo Chi ha paura del gender? Dal 2016 è la Leader della Rete al femminile di Ascoli Piceno.
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le donne sono capaci d’insegnare e trasmettere

  1. Pingback: Stati Generali delle Donne 24 aprile Ancona | retedelleconsiglierediparitadellemarche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...