Toponomastica femminile

Il gruppo di ricerca Toponomastica femminile è nato da un’idea della docente romana Maria Pia Ercolini ed è composto ormai da oltre 2.300 persone, impegnato da mesi, su tutto il territorio nazionale, nel censimento delle aree pubbliche delle nostre città, con il fine di restituire un quadro di riferimento, il più possibile esaustivo, allo scopo d:

  • i verificare quanto l’attuale odonomastica sia eccessivamente sbilanciata in senso maschile, rinforzando così un immaginario collettivo fortemente improntato ad una sorta di “misoginia ambientale”.
  • riflettere sulla cultura collettiva e politica che spesso ritiene degne di memoria quasi esclusivamente figure legate alla condizione nobiliare (Regina/Principessa) e religiosa (Madonna, Santa).

In occasione dell’8 marzo, inoltre, il gruppo ha attivato una campagna denominata 8 marzo 3 donne 3 strade, finalizzata a sensibilizzare le istituzioni alla promozione della memoria delle figure femminili di rilievo scrivendo a Sindache e Sindaci d’Italia, invitandole/li ad intitolare le prossime tre vie/giardini/scuole ad una donna di rilevanza nazionale, una locale, una straniera accostando, alla necessità di una odonomastica meno discriminatoria, anche l’urgenza di rendere più visibile il rapporto esistente tra le tre anime del Paese.
Molte le risposte positive stanno giungendo da Comuni e Municipi, tutti intenzionati a porre in essere delle buone pratiche di riconoscimento del merito, affinché l’odonomastica dell’immediato futuro esprima una sensibilità più attenta ai contributi storici/letterari/artistici/imprenditoriali del genere femminile.

Come Consigliere di Parità per la provincia di Ascoli Piceno abbiamo deciso di contribuire alla raccolta delle informazioni necessarie per la mappatura del nostro territorio scrivendo una lettera a tutti i Sindaci dei Comuni ricadenti nella nostra Provincia.

Da sempre ci battiamo per il cambiamento culturale e siamo convinte che ciò è più efficace se avviene anche attraverso l’esperienza di tutti i giorni.

ai comuni per topomastica

Annunci

Informazioni su Paola Petrucci

Paola Petrucci è nata ad Ascoli Piceno il 2 maggio 1962, coniugata con un figlio, è da sempre attiva nel mondo del volontariato, dell'educazione e della promozione sociale. Ha frequentato l'Istituto Tecnico per Geometri ed è stata iscritta all'Albo dei Geometri dal 1981 al 2011 svolgendo, tra l'altro, la libera professione. Pur non essendosi mai iscritta all'Università ha frequentato master sulle tematiche del marketing, dell'innovazione e della gestione d'impresa. Tra il 1981 ed il 1995 ha gestito l'impresa edile di famiglia occupandosi prevalentemente delle relazioni con la committenza, del marketing relazionale e dell'organizzazione generale. Nel 1995 ha iniziato a svolgere l'attività di consulente e formatore delle aree: dinamiche di gruppo, tecniche di organizzazione, creazione d'impresa, motivazioni imprenditoriali anche in ottica di genere, tecniche di autoimprenditorialità, marketing di se' e bilanciamento delle competenze partecipando a numerosi progetti sia per Enti Privati che per Enti Pubblici. Tra il 1995 ed il 2008 è stata amministratrice e responsabile di progetto della società Sorelle Petrucci snc con la quale erogava servizi a favore di Enti Pubblici e Privati per il sostegno delle attività imprenditoriali, unitamente alle sorelle. Tra il 1989 ed il 1997 ha ricoperto diversi ruoli istituzionali in seno a Confindustria sia per la Provincia di Ascoli Piceno (Presidente dei Giovani Imprenditori e vice Presidente della stessa Confindustria Provinciale) che a livello regionale quale vice Presidente regionale dei Giovani Imprenditori delle Marche oltre a ruoli tecnici e di supporto in Commissioni Nazionali in seno ai Giovani Imprenditori di Confindustria. Dal 1996 è componente della Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Ascoli Piceno dove ha svolto il ruolo di vice Presidente e di coordinatrice dei gruppi di lavoro sulle tematiche inerenti l'impresa, il lavoro e la formazione. Dal 2001 ricopre il ruolo tecnico di Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno e, dal 2011, quello Consigliera di Parità per la Regione Marche. Nel 2014/2016 ha partecipato al gruppo di coordinamento nazionale degli Stati Generali delle donne come responsabile dei percorsi sul passaggio generazionale e degli Stati generali delle donne delle Marche. Ha collaborato alla redazione di diverse pubblicazioni e, ad ottobre 2015, ha pubblicato un breve saggio dal titolo Chi ha paura del gender? Dal 2016 è la Leader della Rete al femminile di Ascoli Piceno.
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...